Buon anno a tutti! E benvenuti nel rinnovato team Qubic!

Dicembre ha visto una ristrutturazione dei processi di sviluppo con l’introduzione del team Omega. Dopo un po’ di sconvolgimenti iniziali, tutti hanno rapidamente deciso su quale punto focalizzarsi personalmente e sono partiti con rinnovata energia.

Con la suddivisione delle responsabilità molto chiara, ogni membro del team ora possiede e lavora su una parte molto specifica del progetto. I confini tra i singoli componenti sono stati documentati chiaramente e questi confini saranno aggiornati, se necessario, attraverso una rapida comunicazione tra i membri del team coinvolti. Inoltre, ogni singolo componente è stato reso open source in modo che la comunità non solo abbia una visione diretta dei nostri progressi, ma possa anche contribuire allo sviluppo dei componenti.

Una delle cose che è apparsa chiaro negli ultimi mesi è che si stava sfocando troppo la linea di demarcazione tra i requisiti di sistema di internet e dell’internet delle cose. Poiché l’internet delle cose richiede sistemi snelli e veloci, mentre Internet ha bisogno di più sistemi a livello aziendale, si è deciso di modularizzare il sistema in modo tale che gli utenti possano decidere da soli di quali componenti hanno bisogno. È stata avviata una riprogettazione dell’intero sistema basata sul concetto Ict (pronunciato ‘ikt’) di CfB (Sergey Ivancheglo) che consentirà la massima flessibilità ed estensibilità.

Ict

Lukas ha deciso di essere il proprietario del componente Ict e si è assunto la responsabilità di riscrivere il client Ict da zero, partendo dalle lezioni apprese dall’implementazione iniziale del CfB. Lo sta trasformando in un componente di sistema di base snello e molto estensibile. La responsabilità di Ict è di fornire l’accesso al livello centrale Tangle per le transazioni e l’integrità dei dati. L’estensibilità di Ict si ottiene attraverso la IOTA eXtension Interface (IXI) che disaccoppia le applicazioni dall’implementazione sottostante attraverso un protocollo.

IXI

IXI permetterà di aggiungere i componenti necessari al corretto funzionamento di Qubic. Un esempio di tale modulo IXI è il Timestamping IXI di cui Qubic avrà bisogno in futuro. La responsabilità dei moduli IXI è ora nelle mani del nostro ultimo membro del team Samuel, un altro membro della comunità che ha deciso di aderire alla IF. Il suo articolo sul voto elettronico sul Tangle mostra il suo profondo interesse per IOTA. Samuel ha unito le forze con Lukas durante il periodo natalizio per creare un modulo Proof-of-Concept IXI chiamato CHAT.ixi che essenzialmente ha creato un’applicazione di chat sul Tangle senza permesso e senza censurabilità.

Qubic

Paul si è assunto la responsabilità dell’architettura Qubic. Sta lavorando a stretto contatto con il CfB sui protocolli principali di Qubic e sulle specifiche di Abra. Abra non è più il linguaggio di programmazione per Qubic che é stato costruito negli ultimi mesi, ma piuttosto trasformato in una specifica per l’esecuzione di un linguaggio di programmazione in un’architettura dataflow orientata all’internet delle cose. Abra, come Ict, è estremamente minimale. Il suo modello di run-time è implementato attraverso una comune specifica di basso livello del linguaggio di assemblaggio tritcode che permette al codice Abra di essere eseguito ovunque.

Qupla

Il linguaggio di programmazione originale Abra stava iniziando a superare la sua portata come semplice linguaggio di programmazione a livello di assemblaggio per Qubic. Così è stato deciso di rinnovare il parser/interprete/compilatore esistente e permettergli di crescere in un linguaggio di programmazione di livello superiore chiamato Qupla (che è l’abbreviazione di QUbic Programming LAnguage). Qupla è il primo linguaggio di programmazione che implementa le nuove specifiche Abra ed è responsabilità di Eric. Si concentrerà nel tradurre i concetti a volte alieni del Qubic Computation Model (QCM) in costrutti del linguaggio di programmazione con i quali i programmatori si sentono familiari.

FPGA/ASIC

La responsabilità per l’attuazione del QCM da parte di FPGA/ASIC è ancora nelle mani di Donald. Ha definito come deve avvenire la traduzione di Abra in Verilog ed ha iniziato a compilare ed eseguire il codice Verilog risultante su FPGA effettivi. Egli implementerà anche il modulo Supervisor che regola il modello di flusso di dati del QCM e che permette l’esecuzione del codice Abra su questi dispositivi.

Bene, eccolo qui. Il nuovo e migliorato progetto Qubic. La quantità di progressi nell’ultimo mese è stata stupefacente ed i singoli componenti stanno iniziando a fondersi. Già nuove idee hanno cominciato a formarsi grazie alle nuove possibilità offerte dalla nuova architettura. I prossimi mesi saranno molto interessanti. Soprattutto quando persone come Hans e Luca saranno finalmente in grado di farne parte.

Vorremmo invitare la nostra comunità ad unirsi al divertimento. Ci sono così tante idee fantastiche là fuori, ed ha già dimostrato di essere in grado di aiutarci in piccoli e grandi modi. A volte aiutandoci a identificare i bug, a volte fornendoci strumenti interessanti. Ma ci piacerebbe vederla coinvolta attivamente anche nello sviluppo delle funzionalità. Sentitevi liberi di parlare con la IOTA Foundation e realizzare alcune delle vostre idee.


Il testo originale in lingua inglese si trova qui: https://blog.iota.org/qubic-status-update-january-3rd-2019-afd83f5a048e


È possibile supportarmi su Patreon https://www.patreon.com/antonionardella

Per ulteriori informazioni in italiano o tedesco trovate i miei contatti a questa pagina.
Se avete trovato utile la mia libera traduzione, accetto volentieri delle donazioni 😉

IOTA:
QOQJDKYIZYKWASNNILZHDCTWDM9RZXZV9DUJFDRFWKRYPRMTYPEXDIVMHVRCNXRSBIJCJYMJ9EZ9USHHWKEVEOSOZB
BTC:
1BFgqtMC2nfRxPRge5Db3gkYK7kDwWRF79

Non garantisco nulla e mi libero da ogni responsabilità.


Also published on Medium.